sabato 22 marzo 2008

Haiku di primavera


L’haiku, componimento che incarna l’essenzialità tipica dei giapponesi, è una poesia breve ma profonda che in soli tre versi per un totale di diciassette sillabe riesce a esprimere compiutamente una sensazione o uno stato d’animo, a cogliere il valore delle cose prossime.

Festeggiamo con qualche haiku l’inizio della primavera:

All’inizio della primavera,
vagando nel giardino,
senza uscire dal cancello.

KYOSHI (XX secolo)

Ragazza felice di trovarsi così
ad occhi chiusi
in un giorno primaverile.
YAMAGUCHI SEISHI (XX secolo)

Pioggia primaverile -
proprio ora le cose
diventano splendide!

CHIYO JO (XVIII secolo)

Il susino è in fiore,
l’usignolo canta,
e io sono solo
!

ISSA (XVIII secolo)

Ode alla primavera -
non si sa
chi è l’autore.

SHIKI (XIX secolo)






* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *
LA FRASE DEL GIORNO
Non ci può essere amore se non si è se stessi con tutte le proprie forze.
ITALO CALVINO, Il barone rampante

2 commenti:

Susanna Contadin ha detto...

Aggiungo un mio "Haiku di primavera" (2009):
Mandorli in fiore
Come nuvole in cielo
Tristi sul cuore

Susanna

DR ha detto...

bello!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...