martedì 9 maggio 2017

Ghirlande di lumini

 

 

GIUSEPPE UNGARETTI

NOTTE DI MAGGIO

Il cielo pone in capo
ai minareti
ghirlande di lumini.

(da L’Allegria, 1931)

.

“Alcuni vocaboli deposti nel silenzio come un lampo nella notte, un gruppo fulmineo d’immagini, mi bastavano a evocare il paesaggio sorgente d’improvviso ad incontrarne tanti altri nella memoria” scrive Giuseppe Ungaretti (1888-1970) riguardo all’ispirazione di alcune brevi poesie scritte poco prima della guerra e inserite poi nella raccolta L’Allegria: questa Notte di maggio, ad esempio, dove basta un’immagine di luci parigine nel buio per ricreare il miraggio della natia Alessandria d’Egitto, “un abbraccio di lumi nell’aria torbida / sospesi” visti dal bastimento che lo condusse via.

.

SKS

FOTOGRAFIA © SKS

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
E come portati via si rimane.

GIUSEPPE UNGARETTI, L’Allegria

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...