mercoledì 2 agosto 2017

Su un ramo stavano


VELIMIR CHLÉBNIKOV

SU UN RAMO

Su un ramo
Stavano l'uccello dell'ira
E l'uccello dell'amore.
E si è posato sul ramo
L'uccello della quiete.
E con un grido
Si è alzato l'uccello dell'ira.
E l'ha seguito l'uccello
Dell'amore.


1905-1906

(da Poesia, n.328, Luglio/Agosto 2017 - Traduzione di Paolo Galvagni)

.

Si serve di una bella analogia quasi favolistica il poeta futurista russo Velimir Chlébnikov (1885-1922). E, come in una favola, c’è la morale: l’amore non prospera nella stagnante quiete, ma vive di contrasti, rifugge dal muschio della routine. Anche se c’è chi invece, come Giuseppe Ungaretti, pensa che “Il vero amore è una quiete accesa”.

.

Birds


IMMAGINE © 2MODERN

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Quanto sarebbe quieta la vita senza l'amore... Tanto sicura, tanto calma... Tanto noiosa
.
BIRKIN, BRACH, FRANKLIN e GODARD, Sceneggiatura del “Nome della rosa”

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...