mercoledì 13 settembre 2017

Che dirò loro?


PEDRO TAMEN

LAZZARO

E adesso cosa dirò loro?

Vogliono sapere questo e quello
e io, Amico, sono in imbarazzo
- perché mi hai dato la vita
ma non la memoria.

Possono correre di qui e di là le mie sorelle,
parlando a voce alta, preparando il banchetto,
ma non mettono a tacere le domande
che non hanno risposta.

Mi sento soffocare:
che dirò loro adesso,
se è stato così indifferente
entrare come uscire?
Non so nemmeno se dopo tutto
è stato meglio così.

E adesso cosa dirò loro?

(da Analogia e Dedos, 2006)

.

Il poeta portoghese Pedro Tamen (Lisbona, 1934) entra nell’episodio evangelico della resurrezione di Lazzaro, dopo il famoso “Gridò a gran voce: «Lazzaro, vieni fuori!»”. Che ne è - si chiede Tamen – di quell’uomo uscito dal sepolcro, con le bende dei morti, strappato dall’aldilà e riportato a questa vita, dove lo stanno festeggiando con un grande banchetto? Il Lazzaro del poeta portoghese è un uomo che non sa più nulla, roso dal dubbio e soffocato da un’abulica indifferenza: cos’era meglio?

.

Giotto

GIOTTO, “RESURREZIONE DI LAZZARO”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Non cerco di capire per credere, ma credo per capire.
SANT’ANSELMO D’AOSTA, Proslogion

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...